Lottovolante pl@net

Reply

Nei, benigni o maligni ?, Come capire se un neo è pericoloso ? Come viene tolto un neo ?

« Older   Newer »
view post Posted on 15/7/2011, 11:48           Quote
Avatar

http://angy.twilight-mania.com

Group:
Pl@net Banned
Posts:
9,197

Status:



Nei, benigni o maligni ?


684923257-23062011142535
Come capire se un neo è pericoloso ? Come viene tolto un neo ? Come avviene la mappatura ? Le risposte a queste domande per proteggere al meglio la vostra pelle.

I nei sono una normale manifestazione cutanea presente nel fisico di tutte le persone, e spesso sono anche motivo di fascino, se localizzati nei punti giusti. E’ bene però non sottovalutarne l’aumento e le possibili modifiche della conformazione, perché in alcuni casi possono dare il via alla creazione di melanomi, e cioè tumori maligni dell’epidermide.

Prima di rivolgervi al vostro medico specializzato potete rendervi voi stesso conto se possedete qualche neo “a rischio” controllando se ne avete in quantità un po’ troppo abbondante, se la forma è troppo frastagliata e se il colore, che può andare dal rosa al nero, è un po’ troppo scuro; inoltre è importante verificarne le dimensioni, che devono aggirarsi intorno ai sei millimetri di diametro, e assolutamente non superare i venti centimetri.

Se ultimamente avete notato la nascita sulla vostra epidermide di nuovi nei ed una loro rapida evoluzione questo potrebbe essere un altro fattore di allarme: gli individui con più di cento nei hanno infatti un rischio di sviluppare un melanoma nove volte superiore alla media. Questo autoesame è utile da fare se siete soggetti dalla pelle molto chiara e con lentiggini, e quindi avete una pelle più delicata.

In ogni caso se la vostra cute possiede nei in gran quantità è bene farne una mappatura una volta l’anno, e cioè “fotografare” quelle tipiche macchioline per seguirne la possibile evoluzione nel tempo, confrontandone gli sviluppi. La mappatura dei nei infatti consente una valutazione clinica e dermatoscopica attendibile. In caso il vostro medico specializzato vi informi che è il caso di esportare il neo, non vi allarmate: l’asportazione viene fatta sotto anestesia locale, e non dura più di mezz’ora. L’unico lieve fastidio potrebbe essere dato dai punti di sutura, che servono ad unire i lembi di pelle dove è stata effettuata l’asportazione del neo. In questi giorni in cui è frequente l’esposizione prolungata al sole, è bene proteggere i nei con una crema solare dal fattore protettivo molto alto, perché i raggi solari aumentano la possibilità di sviluppare malattie cancerogene.

Fabia Fleri - Nexta


Edited by Lottovolante - 15/7/2011, 13:30
 
PM Email Web  Top
0 replies since 15/7/2011, 11:48
 
Reply